DIVANO JOSEPH HOFFMAN 2 posti

DESCRIZIONE

Il Divano Joseph Hoffman 2 Posti è un divano dalle forme morbide ed eleganti, che richiamano quelle di un cubo. La struttura è solida e minimale e la comodità è assicurata dall’imbottitura in poliuretano espanso, che offre morbidezza e supporto. Le finiture in pelle o cotone completano questo divano con eleganza.

CARATTERISTICHE

L’amore per le forme geometriche e la qualità dei materiali: il Divano Joseph Hoffman 2 Posti è caratterizzato da questi aspetti, che lo trasformano in un oggetto elegante e comodo da utilizzare. La forma del cubo è  presente in tutto il divano, compreso il disegno della finitura e la forma dei piedi in faggio laccati, per una linea moderna e minimale.

QUALITA' E MATERIALI

La scelta del legno massello per la struttura del Divano Joseph Hoffman 2 Posti è la migliore in quanto a leggerezza e solidità: la struttura stessa è ricoperta di poliuretano espanso, che offre comodità e giusto supporto al peso. Il rivestimento in pelle è quello classico del progetto originale, mentre in cotone è più resistente e semplice da pulire. I piedi in faggio laccato forniscono una solida base al divano.

  • struttura in legno massello;
  • piedi in faggio;
  • imbottitura in poliuretano espanso;
  • rivestimento in pelle o cotone.
  •  

UTILIZZO

Il Divano Joseph Hoffman 2 Posti  è perfetto sia per un salotto moderno, dove può accogliere con comodità gli ospiti, sia la sala di attesa di un ufficio, dove offre stile e comodità. L’abbinamento migliore è quello con la Poltrona Joseph Hoffman, che richiama stile e colori del divano.

VARIANTI

Il Divano Joseph Hoffman 2 posti è disponibile con struttura in legno massello e piedi laccati, rivestito con poliuretano espanso.

 

Per la finitura è possibile scegliere fra:

 

  • cotone trama grossa (colori campionario)
  • cotone trama fine (colore campionario)
  • pelle (colori campionario)
  • pelle pony (colori campionario).
  •  
  • Le misure sono: 168 x p. 75 x h. 71

 

L'OPINIONE DEL DESIGNER

Il Divano Joseph Hoffman 2 posti è un divano comodo e versatile: le sue dimensioni e la possibilità di personalizzare colore e finitura permettono di utilizzarlo in diversi ambienti, seguendo lo stile e il gusto personale.

-+
1 490,00 € + IVA

Josef Hoffmann

Josef Hoffmann (Brtnice, 15 dicembre 1870 – Vienna, 7 maggio 1956).

Josef Hoffmann (1870-1956) frequentò l'Accademia di Belle Arti di Vienna e studiò architettura sotto Otto Wagner (uno degli architetti più celebri di Vienna che unì il vecchio stile dell'architettura e le nuove forme moderne).
Come designer, Hoffmann era creativo e prolifico. Il suo portafoglio di design comprendeva commissioni per edifici e interni, ma si estendeva a cose diverse come tessuti, pomelli per ombrelli, maniglie di bastoni da passeggio, teiere, cofanetti e copertine di libri, nonché vetro e ceramica.

Nel 1903, con Koloman Moser e il finanziere Fritz Waerndorfer, Hoffmann fondò la Wiener Werkstätte. La collaborazione di artisti, designer architetti e artigiani ha permesso la realizzazione dell '"opera d'arte totale". I progetti di Hoffmann erano basati su proporzioni semplici e chiare e utilizzavano materiali ricchi e di alta qualità. Gli oggetti di tutti i giorni sono stati concepiti come parte di un intero ambiente di vita e sono stati considerati opere d'arte.
La nostra classe media è lontana dall'aver adempiuto al proprio dovere nei confronti delle arti.

È arrivato il suo turno per rendere piena giustizia al corso del progresso. Per noi non può bastare comprare quadri, per quanto belli possano essere. Finché le nostre città, le nostre case, le nostre stanze, i nostri armadi, i nostri elettrodomestici di tutti i giorni, i nostri vestiti, i nostri gioielli, purché il nostro linguaggio e i nostri sentimenti non rappresentino lo spirito della nostra epoca in un modo più puro, più semplice e più bello, noi rimarrà all'infinito all'indietro rispetto ai nostri antenati ... 1
Vogliamo stabilire un contatto intimo tra pubblico, designer e artigiano e produrre utensili domestici buoni e semplici. Partiamo dallo scopo, l'utilità è la nostra prima condizione.2
Inizialmente, Hoffmann ha mostrato la sua affinità per Jugendstil. Successivamente, il suo lavoro ha seguito la tendenza a forme geometriche minime, ridotte al loro stato più elementare. Ciò era evidente in una delle sue maggiori commissioni: la Purkersdorf Sanitorium, che è stato uno dei primi edifici al momento ad essere creato con una visione solo di funzionalità e igiene, senza elementi o dettagli per scopi puramente decorativi. Dal 1910 in poi il suo lavoro si voltò nella direzione del NeoClassicismo, pur mantenendo il suo profilo geometrico.
La piazza fu la base per molti dei disegni di Hoffmann. Come forma rappresentava l'unità, la perfezione, la solidità e la quiete. Anche nel disegnare i suoi disegni Hoffmann amava usare la carta da griglia. I bordi delle piazze bianche e nere alternate divennero elementi decorativi nei suoi progetti architettonici e nei mobili. La griglia metallica quadrata industriale è stata utilizzata per produrre oggetti diversi come fioriere da giardino e cesti di frutta. Anche i disegni in tessuto di Hoffmann per la Wiener Werkstatte erano basati su quadrati. Il suo uso delle piazze fu così pronunciato che si guadagnò il soprannome di Quadratl (piccolo quadrato) Hoffmann.
Un altro motivo che appariva frequentemente nel design di Hoffmann era quello delle linee parallele rette per enfatizzare il verticale o l'orizzontale. La proporzione e la relazione delle forme erano importanti.

Insieme ad altri artisti e designer dell'epoca, Hoffmann fu influenzato dall'arte e dal design giapponesi: la Sesta Mostra Secessionista nel 1900 fu dedicata all'arte giapponese e a Vienna, nel 1901, il Museo austriaco per l'arte e l'industria espose le xilografie di L'artista giapponese Katsushika Hokusai.  L'influenza del design giapponese si è riflessa nell'uso da parte di Hoffmann delle relazioni tra forma e spazio per creare un senso di semplicità e serenità. 

Le

contatto WhatsApp

Scegli tra...