Lo Sgabello di Arne Jacobsen e il “ballo delle gambe”

Lo Sgabello Arne Jacobsen nasce nel più grande progetto del designer di rivoluzionare il concetto di sedia.

Che Arne Jacobsen puntasse a creare un nuovo concetto di sedia risulta più che evidente guardando la sua opera di designer. E che ci sia completamente riuscito è un dato di fatto: i modelli di sedia da lui creati (come la Ant Chair o la Swan Chair) sono diventati oggetti unici nella storia del design, che ancora oggi, a distanza di decenni, vengono prodotti e incontrano il gusto degli appassionati del settore. E il designer danese non poteva mancare di misurarsi con un classico nell’ambito delle sedute: da questa sfida nasce lo Sgabello di Arne Jacobsen, un oggetto dallo stile unico, forse per troppo tempo considerato una sorta di “fratello minore” delle altre opere di Jacobsen. Invece lo Sgabello di Arne Jacobsen ha una personalità distinta e ben definita, con una sua storia creativa.

Sgabello Arne Jacobsen: una formica con quattro gambe

La realizzazione di uno sgabello da bar da parte di Arne Jacobsen rientra in un progetto più ampio del designer danese, che lo portò alla realizzazione di tutta una serie di sedie con uno stile moderno e unico: in particolare lo sgabello può essere considerato una sorta di evoluzione del progetto principale, nato dalla Ant Chair. Questa sedia, letteralmente “Sedia Formica”, crea una forma nuova per una seduta: tre gambe invece delle classiche quattro e uno schienale dalla forma che ricorda quella di una formica.

Partendo da questa idea di fondo, il designer danese realizzò diverse varianti, fra cui proprio lo Sgabello Arne Jacobsen: un oggetto ispirato ai classici sgabelli da bar, ma con una linea più definita è importante, data soprattutto dalla seduta e dallo schienale (dalla forma a “formica). Ma se per la Ant Chair Arne Jacobsen si era lanciato in una sperimentazione ancora più ardita, scegliendo una forma a tre gambe, per lo sgabello in un certo senso il designer ritorna su un classico, con quattro gambe, collegate fra loro da un tubolare in acciaio, posizionato a metà fra il pavimento e la seduta: un omaggio ai tradizionali sgabelli, che prevedevano un appoggio per i piedi dei clienti, ma sempre seguendo una linea moderna e leggera.

Semplicità e cura del dettaglio: un matrimonio perfetto

L’apparente semplicità della struttura dello Sgabello Arne Jacobsen, come il fatto che sia realizzato utilizzando solamente tubolare di acciaio e un unico pezzo di legno piegato per la seduta e lo schienale, non devono trarre in inganno: la cura dei particolari era uno dei segni distintivi dell’opera del designer danese, che puntava anche a creare oggetti non solo belli da vedersi, ma anche pratici da utilizzare. E da questo principio deriva un’altra importante caratteristica dello sgabello e delle sedie progettate da Arne Jacobsen: quella di essere impilabili, in modo da garantire la migliore gestione dello spazio in situazioni diverse, potendo ottenere un ingombro minimo nei momenti di non utilizzo. Una caratteristica che sottolinea ancora una volta la modernità di questi oggetti, la cui forma unica è entrata nell’immaginario collettivo, tanto da essere riconoscibile al primo sguardo.

La capacità di creare forme nuove è una delle caratteristiche più interessanti di tutta l’opera di Arne Jacobsen, dando vita a oggetti che conservano la loro modernità molti anni dopo la loro creazione: su Artemobili.it potrai trovare le riproduzioni fedeli delle opere più famose del designer danese.

 

contatto WhatsApp

Scegli tra...