Gli (apparenti) contrasti della Sedia Tulip

La Sedia Tulip di Eero Saarinen riesce a combinare diversi elementi molto diversi fra loro.

Futuristica e classica. Biologica e nata per dalla produzione di massa. Si tratta di due coppie di aggettivi che sembrano definire oggetti molto diversi fra loro e utilizzarli, tutti insieme, per descrivere le caratteristiche di una sedia sembra un’impresa impossibile. Ma non per Eero Saarinen, che con la Sedia Tulip sembra avere raggiunto la quadratura del cerchio, combinando in modo perfetto elementi diversi e quasi opposti, con un risultato che è entrato nella storia del design universale. 

Sedia Tulip: ma davvero una sedia può avere una sola gamba?

Con il suo piedistallo girevole, la Sedia Tulip è uno dei primi esempi di sedia a gamba singola. Dobbiamo considerare un fattore importante per definire l’importanza di questo oggetto: al momento della sua creazione, Saarinen era perfettamente conscio della mancanza di sedie con una singola gamba, quindi crearne una rappresentava una sfida molto importante e difficile. 

La scelta di un materiale innovativo come la fibra di vetro per il guscio ha permesso al designer una grande libertà nel modellare la forma della sedia: da qui il risultato di creare una sedia che ricorda un fiore (il tulipano appunto), che sembra quasi sbocciare dalla terra (e qui ritroviamo l’elemento biologico). 

Una sola gamba ma un passo nel futuro

Ma Eero Saarinen cercava qualcosa di assolutamente nuovo: la concezione della forma complessiva della Sedia Tulip è sicuramente elegante e leggera, ma anche moderna, quasi futuristica per il momento in cui fu creata (e anche ai giorni nostri). Se avete mai visto il famoso cartone animato i Jetson, le sedie che si vedono nel futuro immaginato dagli autori sono tutte a gamba singola, chiaramente ispirate alla Sedia Tulip.

Futuristica e biologica, ma anche destinata alla produzione di massa: le tecniche costruttive e i nuovi materiali sperimentati da Saarinen portarono a un successo immediato la Sedia Tulip, successo che era moltiplicato dalla produzione di massa, che rese la ampissima la diffusione di questo modello. Basta guardarsi intorno nelle sale di attesa di diversi aeroporti o degli hotel più famosi:  la Sedia Tulip (spesso abbinata al Tavolo Tulip), declinata in diverse versioni e stili, è sempre uno dei modelli più diffusi.

Ma, nonostante la linea futuristica, l’eleganza della Sedia Tulip lo rende un oggetto perfetto per sposarsi con diversi stili di arredamento, da quelli più moderni a quelli classici, presentandosi come un elemento in grado di staccarsi e spiccare sugli altri, senza rovinare però l’armonia e l’equilibrio degli stili.

Su Artemobili potrai trovare le fedeli riproduzioni della Sedia Tulip e delle altre opere di Eero Saarinen, tutte costruite con materiali di alta qualità e con la cura della manifattura Made in Italy 100%.

 

contatto WhatsApp

Scegli tra...