Bauhaus, arredamento e stile di vita

Bauhaus, un arredamento dallo stile semplice, pratico e funzionale. Ecco perché, sebbene il movimento fondato da Walter Gropius nacque negli anni Venti del secolo scorso in Germania,  le sue idee si diffusero subito ampiamente in tutto il mondo. A distanza di decenni lo stile della Bauhaus negli arredamenti e nell’architettura appaiono intramontabili.
La Bauhaus fu una vera e propria scuola di design e architettura che ebbe sede prima a Weimar e successivamente a Dessau e a Berlino. Tra i principali esponenti ricordiamo, oltre a Gropius, Vasily Kandinsky, Paul Klee, Joost Schmidt, Mies van der Rohe, Mart Stam e Marcel Breuer.

Lo stile d'arredo Bauhaus scaturisce dall’idea che animava il movimento: stravolgere una concezione ampiamente diffusa fino all’Ottocento che separava arte e tecnica. Per la Bauhaus dall’unione dell’insegnamento di tutte le arti poteva scaturire qualcosa di profondamente innovativo che poi potesse essere anche riprodotto in serie, quindi divenire standardizzato.

L'arredamento Bauhaus è perciò innovativo in quanto la creatività viene finalmente applicata alla produzione industriale. Di qui l’importanza data soprattutto da Gropius ai laboratori, dopo un primo indirizzo didattico prevalentemente di stampo artistico. Poi fu la volta delle attività comprendenti sia l’arte che l’artigianato e la figura dell’insegnante artista – artigiano.

Bauhaus, un arredamento che ha influenzato in modo inequivocabile il design attuale. Le linee semplici e pulite e le forme geometriche  che caratterizzano i mobili moderni hanno mutuato le principali caratteristiche proprio dai principi dettati dalla scuola fondata da Gropius.

Arredare Bauhaus vuol dire sposare l’idea di un design improntato alla naturalità e alla leggerezza. Il legno e l’acciaio sono i materiali più impiegati, ma anche con la plastica, il compensato e il vetro è possibile dar vita a creazioni dal gusto semplice e raffinato al tempo stesso.

L’arredamento Bauhaus è riconoscibile per alcune creazioni celebri che sono entrate ormai a far parte della nostra vita quotidiana. La sedia realizzata con i tubi in acciaio cromato senza le gambe posteriori, la cucina componibile di Breuer, la lampada da tavolo realizzata da Juker e Wagenfeld sono solo alcuni dei tratti distintivi dello stile del mobile Bauhaus.
Le teiere di Marianne Brandt ricavate ispirandosi alle forme semplici come la sfera e le lampade da scrittorio sono altri elementi celebri dell’arredamento Bauhaus.
Questo tipo di mobilio fu progettato per essere leggero, armonico e resistente al tempo. Il che vuol dire anche economico, nel lungo periodo.

Dopo la chiusura della scuola per mano dei nazisti nel 1933, molti esponenti approdarono in America, dove si aprì una nuova fase per la Bauhaus che portò a sperimentazioni ulteriori.

La Bauhaus nell’arredamento fu dagli anni Venti il vero faro dell’avanguardia europea.

http://www.artemobili.it/design-bauhaus/bauhaus-arredamento-e-stile-di-v...

contatto WhatsApp

Scegli tra...