La Poltrona Red And Blue: la geometria oltre il design

La Poltrona Red And Blue di Rietveld rappresenta un manifesto del neoplasticismo

Ci sono oggetti di design belli da vedere e pratici da usare, ci sono oggetti di design che possono essere invece considerati qualcosa di altro: come accade per la Poltrona Red and Blue di Rietveld, che va oltre la sua semplice (ma complessa) funzione di poltrona, che sarebbe quella di offrire un appoggio comodo e solido, per trasformarsi non solo in un’opera d’arte, ma nel rappresentazione concreta di quelli che sono dei concetti artistici.

La scomposizione delle forme nello spazio: la Poltrona Red and Blue

A una prima occhiata la Poltrona Red and Blue è in grado di suscitare emozioni anche molto forti: è evidente la scelta di Rietveld di andare oltre il semplice concetto di arredamento o di design per cercare qualcosa di nuovo e di diverso. La capacità di lavorare i materiali, che derivava dalla formazione in carpenteria e falegnameria della gioventù, ha permesso al designer olandese di creare una struttura unica e assolutamente perfetta.

Perché bisogna ricordare un fatto importante che riguarda la Poltrona Red and Blue: tutti i pezzi che la compongono, e che richiamano una forma geometrica, non sono uniti fra loro con i classici incastri, ma semplicemente appoggiati. Una dimostrazione di abilità tecnica e di capacità di sfruttamento della caratteristiche del materiale che ha davvero qualcosa di unico.

Nel caso dell Poltrona Red and Blue Rietveld (e delle altre opere del designer olandese, come il Tavolo Red and Blue) crea un’opera che si sviluppa lungo diversi piani spaziali e geometrici, e tende a sottolineare le chiare divisioni fra i piani con un utilizzo particolare dei colori: perché per questa poltrona, come per le sue altre opere, il designer olandese segue i dettami del neoplasticismo e sceglie soltanto dei colori primari (rosso, blu, nero e giallo).

Nella Poltrona Red and Blue il nero (che rappresenta l’assenza di colore) viene scelto per la struttura nel suo complesso, cioè le parti su cui poggiano seduta e schienale. Per la seduta il colore scelto è il blu, per lo schienale il rosso, mentre il giallo si trasforma in colore di complemento e di chiusura, perché va a chiudere il lato corto dei pezzi della struttura nera. Un particolare equilibrio di forma e colori, che genera un risultato unico.

Perché la Poltrona Red and Blue può davvero essere considerata un pezzo unico nella storia del design: è difficile, se non impossibile, trovare un altro oggetto con cui questa poltrona possa essere messa a confronto e nella sua unicità, oltre che nello stile assolutamente particolare, stanno le chiavi del successo di un’opera d’arte che, a uno sguardo inesperto, potrebbe quasi risultare “strana”. La Poltrona Red and Blue rappresenta a ragione uno dei classici della storia del design, e il suo successo, a quasi un secolo dalla sua creazione, ne è la prova più veritiera.

Su Artembili.it potrai trovare la Poltrona Red and Blue e tutti gli altri capolavori di Rietveld per l’arredamento della tua casa e del tuo ufficio: vieni a scoprire la perfezione della geometria applicata al design, in riproduzioni Made in Italy di alta qualità.

contatto WhatsApp

Scegli tra...