La comodità sta nel guscio: la Poltrona Egg di Arne Jacobsen

La Poltrona Egg di Arne Jacobsen rappresenta l’unione perfetta fra nuove tecnologie di costruzione e comfort

Immaginiamo il guscio di un uovo, che accoglie e protegge il suo interno un pulcino: difficile pensare a qualcosa di più confortevole. E lo stesso pensiero deve avere colpito Arne Jacobsen e averlo spinto a realizzare la Poltrona Egg, dalla forma (come già si può capire dal nome) di un guscio di uovo. Un’idea innovativa nel mondo delle sedute, legate a uno stile codificato e classico, con cui il designer danese è riuscito a segnare un’epoca e a influenzare gli stili che sono seguiti nel tempo.

Poltrona Egg: Poltrona o divano?

Una poltrona dalla storia travagliata la Poltrona Egg: infatti, nei progetti del suo creatore, questa poltrona nasce invece come un divano. In realtà la produzione come divano fu assolutamente limitata: oltre a una decisione di Jacobsen, questo fatto dipese anche da un problema di realizzazione tecnica. Infatti, era difficile rivestire la struttura di un divano con un singolo taglio di pelle e questo portava alla necessità di un’antiestetica giunzione di due parti sul retro dello schienale del divano stesso (il problema non si presentava invece con un rivestimento in tessuto).

Il risultato fu che l’idea del divano fu abbandonata e la scelta cadde definitivamente sulla Poltrona EGG: Arne Jacobsen probabilmente trasse la sua ispirazione anche dalla Womb Chair di Saarinen (anche lui designer scandinavo e rivoluzionario, basti pensare al famoso Tavolo Saarinen della collezione Pedestal che eliminò definitivamente le gambe sostituendole con un singolo piedistallo centrale). E la Poltrona Egg ebbe la sua consacrazione definitiva nel 1958, quando fu scelta per arredare la lobby e la reception del Royal Hotel di Copenaghen: un successo clamoroso per Saarinen, che inserì la sua creazione dalle linee morbide all’interno di un arredamento caratterizzato da linee orizzontali e verticali classiche.

Privacy e comodità: protetti dal guscio

La forma della Poltrona Egg colpisce immediatamente l’attenzione: sembra quasi incredibile che una poltrona sia in grado di “ritagliare” un luogo di privacy e comodità in uno spazio assolutamente contenuto. Ma sotto la bellezza delle linee c’è uno studio attento dei materiali: in particolare la struttura in fibra di vetro viene ricoperta completamente dalla schiuma di poliuretano per il massimo comfort e il rivestimento (in originale in elegante pelle) viene applicato e steso sulla struttura, per ricavare una forma perfetta.

Lo schienale alto (ben 107 centimetri) contribuisce a creare la sensazione di avere a propria disposizione un angolo riservato. Ma sono le caratteristiche tecniche a rendere ancora più interessante questa poltrona: infatti lo schienale è leggermente inclinabile, in modo da offrire la posizione migliore qualsiasi sia la taglia e l’altezza dell’utilizzatore. Una comodità di alto livello per una linea unica, che si ritrova ancora oggi negli arredamenti di tutto il mondo.

Se vuoi conoscere ancora meglio la Poltrona Egg e tutte le altre creazioni di Arne Jacobsen, vieni a trovarci su UrbanLife Design, dove troverai le riproduzioni di alta qualità delle opere dei maestri del design.

contatto WhatsApp

Scegli tra...